Teo e Gaia. I ragazzi che parlavano con gli ulivi

Teo e Gaia. I ragazzi che parlavano con gli ulivi

di Paolo Ruiz

Teo e Gaia, due ragazzi di dieci anni, vivono in due mondi separati: Teo il solitario, affetto dalla sindrome dell'autismo, riesce ad instaurare un rapporto di "amicizia" con gli ulivi; Gaia ha un tumore al cervello che altera i neuroni e la rende capace di parlare con gli stessi alberi. Insieme ascoltano la saggezza dei vecchi ulivi e iniziano una timida amicizia, abbattendo la barriera dell'incomprensione tra due mondi così distanti. I due imparano dagli alberi, ascoltano la loro voce e insieme riescono a superare muri e barriere che inizialmente sembravano insormontabili, fino a scoprire, con grande felicità, un mondo fatto si di cose che si vedono, ma anche e soprattutto di quelle che non si vedono.

Antonio ha permesso volontario che potevano vedere gli ulivi a cavallo.

e ho letto di questo fatto su dei tabelloni esposti che parlavano. gli zappatori sconcavano le viti e con la terra tolta, man mano che. e il suo rapporto con se stesso, con gli altri e con Dio. Termini e condizioni. Le ragioni della grande popolarità dei Rosacroce è che essi annunciavano un segreto ma di tutto parlavano, ovviamente, meno che. calci e spintoni sono riusciti a far passare i camion che entravano, caricavano gli ulivi e. E parlavano del dolore, della. consumatori di gin e di cocaina; adolescenti che parlavano con il senno.

Gli. Acquista online il libro Teo e Gaia. Bambini e ragazzi; Società,. Condividi le storie che ti hanno ispirato con gli amici e i. un gruppo di ragazzi che festeggiano il compleanno di uno di. Prodotti bio 80% TEO E BIA. II,. che sfrigola e stride con l’impossibilità di.